29 Gennaio 2019

RAI, SIAE, SCF: le scadenze

Ricordiamo che l’abbonamento speciale alla RAI per gli apparecchi televisivi e radiofonici presenti negli esercizi pubblici, commerciali, ecc. andrà rinnovato entro il 31 gennaio 2019.

Gli importi del canone non hanno subito nessuna variazione rispetto al 2018 e sono consultabili al seguente link: http://www.canone.rai.it/Speciali/Categorie.aspx.

Si coglie l’occasione per rammentare che, ai sensi dell’art. 16 comma 2 della Legge n.488/1999, il canone speciale per la televisione ricomprende anche quello per la radio; pertanto, i soggetti che hanno nel proprio esercizio sia radio che televisione sono tenuti a pagare solo il canone per la televisione, mentre i soggetti che hanno la radio ma non la televisione, saranno tenuti al pagamento del canone speciale per gli apparecchi radiofonici.

Informiamo anche che Fipe Confcommercio ha avviato da tempo un tavolo di confronto con la RAI con la finalità di ridefinire i criteri di tariffazione del canone speciale, ormai obsoleti in quanto ancorati alla classificazione dei pubblici esercizi in categorie da tempo disapplicata. Come primo risultato concreto, la RAI, su richiesta ed impulso della Federazione, si è impegnata ad attivare nei prossimi mesi, e comunque prima dell’avvio della prossima stagione estiva, un mini-abbonamento speciale di durata trimestrale attivabile in qualsiasi momento dall’utente, a seconda delle sue specifiche esigenze. Vi terremo aggiornati sull’argomento.

Rammentiamo inoltre che la detenzione nelle attività di  apparecchi  meccanici  e strumenti musicali comporta l’obbligo del pagamento del diritto d’autore alla SIAE. Le attività associate a Confcommercio in regola con il pagamento delle quote associative hanno diritto ad una consistente riduzione sull’importo del compenso; l’agevolazione di Siae è subordinata al pagamento del compenso  entro il termine di scadenza che è stato prorogato al 22 marzo 2019. Siae invierà nelle prossime settimane le richieste di  pagamento tramite modello MAV, utilizzabile presso gli sportelli bancari; si invitano comunque le aziende associate a far verificare la correttezza degli stessi dagli uffici della scrivente. Si ricorda infine che le aziende dovranno tenere a disposizione della Siae, che può richiederlo in qualsiasi momento, il certificato di adesione a Confcommercio Fipe che giustifica la concessione dello sconto e che Vi invitiamo a ritirare presso i nostri uffici, contestualmente alla regolarizzazione della posizione associativa.

Ricordiamo inoltre che chiunque trasmetta al pubblico musica registrata o video musicali (tramite radio, Tv, via satellite o internet, CD o database di files caricati su server, ecc.)  deve munirsi di licenza SCF e pagare i diritti connessi, anche se già versa la Siae, poiché i due istituti  sono tra loro diversi, e con diverse finalità.

Come Siae, anche Scf riserva uno sconto consistente agli associati Confcommercio  in regola con il pagamento delle quote associative.

Per le attività di pubblico esercizio, strutture alberghiere, ecc. Siae gestirà anche i pagamenti di Scf che saranno versati nelle scadenze previste:

– pubblici esercizi (bar ristoranti, ecc.) 31 maggio;

– strutture ricettive 31 maggio;

– parrucchieri/estetisti 31 maggio.

Gli esercizi commerciali riceveranno direttamente la fattura e unitamente la richiesta di produrre dichiarazione ove si attesti l’iscrizione a Confcommercio, che dovrà essere  poi inviata con le modalità richieste. In caso di accertamento di pagamento con sconto non spettante, Scf potrà rivalersi chiedendo l’integrazione di quanto dovuto.

Per coloro che avessero  sottoscritto licenza nell’anno 2018, si comunica che dovranno nuovamente sottoscrivere la licenza, inviarla ad Scf e  successivamente alla sottoscrizione, riceveranno la fattura (la modulistica per la sottoscrizione è disponile presso i nostri uffici).

Per le attività commerciali Scf provvede alla riscossione autonomamente, senza avvalersi di Siae, con la seguente scadenza:

– esercizi commerciali (negozi, supermercati, ecc.) 28 febbraio;

– farmacie 28 febbraio.

Ricordiamo che anche le attività stagionali devono sottostare alle scadenze previste per il pagamento del diritto connesso che ovviamente sarà rapportato al periodo stagionale.

Anche per Scf, si invitano gli  associati  a passare presso gli uffici della scrivente per richiedere attestazione di associato Confcommercio.