fbpx

4 Gennaio 2021

Distretto del Commercio “GiraLemene”

Comunicato stampa

Distretto del Commercio “GiraLemene”: le difficoltà di quest’anno non hanno fermato i progetti. Il partenariato ha funzionato, rispondendo alle emergenze delle imprese. Eventi ed iniziative formative in partenza nel 2021
 
Siamo alla fine di un anno complicato per le imprese italiane e venete ed è tempo di bilanci anche per il Distretto Territoriale del Commercio “GiraLemene”, costituitosi nel 2014 nell’ambito di un progetto pilota di finanziamento promosso dalla Regione Veneto, e che ha come Capofila il Comune di Portogruaro, è stato riconfermato nel 2017 per il triennio successivo.

Il progetto denominato “Il percorso culturale e naturalistico del GiraLemene a sostegno dello sviluppo economico del Distretto commerciale”, avviato nel luglio 2019, vede nuovamente il Distretto impegnato nella realizzazione di un articolato programma di interventi di varie tipologie, urbanistica, promozione e accoglienza turistica, animazione territoriale, formazione e innovazione professionale. 
 
Promosso da Confcommercio Portogruaro – Bibione – Caorle, che ne ha curato la progettazione, ne ha indicato il manager e vi partecipa direttamente sia in forma mandamentale che attraverso l’Unione Metropolitana e l’ente di formazione accreditato Ter Servizi s.r.l., il Distretto “GiraLemene” è nato anche grazie alla partnership con Federdistribuzione, con i Comuni di Portogruaro, Caorle e Concordia Sagittaria ed annovera tra i suoi partner tra gli altri la Fondazione Santa Cecilia e VeGal, oltre a numerosi operatori del commercio, del turismo e dei servizi dei tre comuni interessati.
 
Il Distretto GiraLemene, in questo primo periodo di attività, ha permesso una mobilitazione di risorse economiche per un valore di 945.000 Euro (come da progetto costitutivo), di cui la Regione del Veneto ha riconosciuto un contributo di 250.000 Euro.
Queste somme sono state impiegate, in buona parte (375.000 Euro), come contributo per l’esecuzione di interventi urbanistici da parte dei Comuni partner del Distretto. Un’altra grossa fetta delle risorse disponibili è stata dedicata all’organizzazione di eventi, all’attività di promozione e di formazione (285.000 Euro), anch’essi promossi dai Comuni, da Confcommercio Portogruaro – Bibione – Caorle, da VeGal e dalla Fondazione Santa Cecilia. Non tutte le somme a disposizione sono state impiegate: l’emergenza sanitaria ha costretto a rinviare al 2021 diverse iniziative legate alla promozione ed alla formazione. 
 
Benchè l’anno sia stato gravato dagli effetti della pandemia e dalle misure anti contagio che hanno avuto riflessi sull’economia, sui consumi e sui nostri stili di vita – spiega il manager del Distretto GiraLemene, Francesco Antonich – siamo riusciti comunque a realizzare buona parte della nostra agenda. Possiamo quindi dire che il bilancio dell’attività del Distretto è senz’altro positivo. I grandi interventi urbanistici dei Comuni sono stati completati o avviati e sono già a buon punto, mentre il rinvio al 2021 delle grandi attività di promozione e degli eventi è stato inevitabile. Ma anche su questo fronte, va ricordato che  Comuni ed associazioni sono riusciti a realizzare alcune iniziative, prima della pandemia e anche nel 2020, spesso integrando le misure previste dal progetto promosso dal partenariato con interventi più legati alle necessità delle imprese colpite dal lockdown.” 
 
Il manager Antonich ci tiene inoltre a rassicurare che “proprio in queste settimane tutti gli aderenti al partenariato, recentemente rinnovato, come richiesto dalla Regione del Veneto per confermare il riconoscimento del distretto, stanno lavorando per mettere a punto le opportune variazioni che consentiranno di realizzare nei prossimi mesi tutti gli interventi previsti, tenuto conto dei possibili scenari futuri”.
 
Scendendo nel dettaglio degli interventi già realizzati o in via di completamento, a Portogruaro è stata ultimata la rimodulazione del mercato, ed è stato avviato l’adeguamento dell’illuminazione dei sottoportici del centro storico oltre all’installazione di un sistema di filodiffusione che potrà essere impiegato per la trasmissione di messaggi in caso d’emergenza o per la comunicazione relative ad iniziative ed eventi.
Caorle il progetto del Distretto “GiraLemene” prevede la compartecipazione all’esecuzione dell’opera di riqualificazione urbanistica e paesaggistica di Viale Santa Margherita il cui primo stralcio sarà ultimato entro la primavera del 2021.
Quanto a Concordia Sagittaria, è stato avviato l’intervento relativo alla riqualificazione della Piazza Comunale.
Come previsto dall’agenda del progetto del Distretto, approvata dalla Regione Veneto, tutti questi interventi saranno ultimati entro la fine del 2021.
 
Come anticipato, l’agenda del Distretto ha subito alcuni ritardi, a causa della crisi Covid, in punto marketing territoriale ed animazione economica e sociale, costringendo a rinviare al 2021 diverse progettualità. In ogni caso il Comune di Concordia Sagittaria è riuscito a realizzare una primo progetto di comunicazione ed eventi riguardante il proprio territorio, mentre il Comune di Caorle, nel 2020, ha potuto riproporre, grazie anche alla collaborazione con il Distretto GiraLemene, “La Luna nel Pozzo”, festival internazionale del teatro in strada, seppur in forma diversa e rispettosa delle norme anti-contagio.
 
Adeguare, o meglio comprimere questi eventi non è stato facile – commenta  il manager Antonich – ma questa situazione ha permesso di mettere alla prova la volontà di reazione all’emergenza di tutti i partner che si sono dimostrati capaci di sperimentare: le risorse risparmiate nel 2020 sono già state reinvestite per realizzare gli eventi, nel 2021, in grande stile”.
Sempre Antonich ricorda che “in questi mesi, tutti i partner, Confcommercio su tutti, hanno garantito interventi straordinari ed innovativi di supporto alle imprese in termini di assistenza allo sviluppo di nuovicanali distributivi, promozionali, agevolando l’accesso ad ogni attività formativa ed informativa indispensabile per affrontare gli effetti depressivi della situazione generale e del crollo della domanda e dell’afflusso di turisti e di visitatori”. Un esempio, da questo punto di vista, è stata la messa a disposizione delle imprese, sia del partenariato che esterne ad esso, della piattaforma VetrineOnLine di Confcommercio.
 
Il partenariato ha altresì avviato un’attività di ricerca e recupero di risorse economiche da impiegare per realizzare ulteriori iniziative complementari e coerenti con l’attività di distretto. Tra queste vale la pena di ricordare la partecipazione, attuata tramite l’intervento di Confcommercio Portogruaro – Bibione – Caorle, al recente bando della CCIAA di Venezia Rovigo, per interventi di riqualificazione e rigenerazione dei distretti  urbani che consentirà di incrementare ulteriormente gli interventi specialistici di formazione per operatori economici e funzionari amministrativi dei Comuni coinvolti nel partenariato nonché di sviluppare tre nuovi itinerari turistici (slow tourism e turismo culturale, enogastronomico ed ambientale) nei  territori dei tre Comuni di Portogruaro, Caorle e Concordia Sagittaria.
 
Tramite il Distretto “GiraLemene” vogliamo rafforzare la collaborazione ed i buoni rapporti con i Comuni di Caorle e Concordia Sagittaria – spiega il sindaco di Portogruaro, Florio Favero – Su questo asse che vede unite le tre località dobbiamo costruire un futuro turistico e culturale. Caorle si è già dimostrata ben disposta a collaborare, dimostrando di aver ben chiaro che il legame tra litorale ed entroterra sia positivo per entrambe le realtà. Quanto ai progetti realizzati nell’ambito dell’agenda del distretto, crediamo molto nell’installazione della nuovo impianto di illuminazione, interamente a led e quindi a basso consumo energetico, che qualificherà ulteriormente la nostra località. Con la filodiffusione potremo trasmettere messaggi da utilizzare in caso di manifestazioni o di emergenza”.
Questo è il momento giusto per programmare il futuro – afferma il sindaco di Concordia Sagittaria, Claudio Odorico – La pandemia ha reso complicato l’avvio di iniziative promozionali, anche se devo dire che a Natale siamo riusciti comunque a promuovere qualche evento, grazie anche alla compartecipazione dei commercianti. Ora è il momento di attuare veramente lo spirito del distretto, puntando ad organizzare attività in sinergia tra i tre comuni, che coinvolgano anche le realtà commerciali. Il turismo vira sempre più verso l’esperienza, non limitandosi più solo al mare: ecco perchè mettere in rete tre comuni importanti come Concordia Sagittaria, Portogruaro e Caorle può rappresentare una grande occasione di sviluppo per il nostro territorio. Per quanto riguarda le opere realizzate in sinergia con il Distretto, stiamo lavorando alla riqualificazione delle piazze comunali, già iniziata qualche anno fa dal Comune con la sistemazione della pizza della cattedrale. Ora stiamo procedendo con la manutenzione dell’area retrostante la chiesa, dove insistono numerose attività commerciali e bar. E’ importante riqualificare quest’area anche per migliorare l’appeal della nostra offerta commerciale”.
 
Il comune di Caorle ha aderito al progetto del Distretto del Commercio GiraLemene con grande entusiasmo – precisa l’assessore al commercio del Comune di Caorle, Arianna Buoso – Per quanto riguarda gli interventi infrastrutturali, abbiamo dato priorità alla riqualificazione di Viale Santa Margherita di cui concluderemo il primo stralcio entro la primavera 2021: si tratta di un’opera fondamentale che darà lustro anche alle attività commerciali dell’area di Ponente. Per quanto riguarda le manifestazioni, abbiamo attuato nel 2020 la collaborazione per l’organizzazione del festival internazionale del teatro in strada e posticipato al 2021, causa Covid, l’organizzazione del simposio di scultura all’aperto Scogliera Viva. Il 2021 sarà un anno importante che ci permetterà di rafforzare i legami con i partner del Distretto”.