fbpx

9 Febbraio 2021

CONFCOMMERCIO PORTOGRUARO – BIBIONE – CAORLE e CONFARTIGIANATO IMPRESE VENETO ORIENTALE PRESENTANO L’INIZIATIVA “I COMUNI SOSTENGONO LE IMPRESE” AI SINDACI DEL PORTOGRUARESE

Comunicato stampa

Sbarca nel Portogruarese l’iniziativa “I Comuni sostengono le imprese”, promossa da Confcommercio e Confartigianato.

Il progetto mira ad offrire alle amministrazioni comunali del mandamento di Portogruaro – Bibione – Caorle una modalità di sostegno alle imprese messe in ginocchio dalla pandemia che vada oltre l’erogazione, pur importante, di sussidi e contributi una tantum, e che preveda, invece, la creazione di una “rete di protezione” sui finanziamenti concessi dalle banche alle aziende aderenti.

L’interessante iniziativa “I Comuni sostengono le imprese”, già avviata con successo da alcuni comuni del Miranese e della Marca Trevigiana, è stata presentata venerdì 5 febbraio ai sindaci ed agli amministratori degli undici Comuni del Portogruarese durante un incontro, svoltosi con modalità telematiche, promosso da Confcommercio Portogruaro – Bibione – Caorle e dal suo presidente Manrico Pedrina, al quale hanno partecipato anche il presidente di Confartigianato Imprese Veneto Orientale, Siro Martin, il direttore del Confidi “Fidimpresa & Turismo Veneto”, Mauro Rocchesso ed il direttore di Cofidi Veneziano, Mauro Vignandel.

Il presidente Pedrina ed il presidente Martin hanno spiegato ai sindaci che questo progetto prevede la sottoscrizione di protocolli d’intesa tra il Comune aderente ed il Consorzio Fidimpresa & Turismo Veneto o il Cofidi Veneziano, grazie ai quali le imprese possono ottenere dalle banche finanziamenti, garantiti da Fidimpresa o da Cofidi, ad un tasso di massimo favore, pari allo 0,70%. Il protocollo prevede che il Comune aderente eroghi un contributo in favore di Fidimpresa & Turismo Veneto o Cofidi Veneziano, che permetterà a questi ultimi di concedere gratuitamente garanzie (almeno al 50% a prima richiesta) alla banca convenzionata, con un moltiplicatore pari a 12 volte il valore del contributo versato dall’amministrazione comunale. Traducendo in cifre, a fronte di un’erogazione, ad esempio, del valore di 10mila euro da parte del singolo Comune, si potranno concedere finanziamenti fino a 120mila euro per le imprese con sede legale sita all’interno del territorio del Comune erogante. La durata massima dei finanziamenti sarà pari a 72 mesi, di cui fino a 24 di preammortamento e sarà richiesta una documentazione istruttoria semplificata.

“Siamo in un momento davvero difficile per le imprese del nostro territorio – spiega il presidente di Confcommercio Portogruaro – Bibione – Caorle, Manrico Pedrina – la liquidità per far fronte agli oneri che gravano sulle aziende scarseggia, ma con questa proposta puntiamo a creare una rete di sostegno con le amministrazioni comunali, gli enti locali più vicini ai nostri operatori. Confcommercio sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria ha cercato di promuovere una collaborazione tra pubblico, privato e sistema bancario per dare ossigeno al mondo imprenditoriale ed anche questa iniziativa si muove verso questo obiettivo. Il riscontro da parte dei sindaci è stato certamente positivo: contiamo a breve di poter sottoscrivere i necessari protocolli d’intesa”.

“In questo particolare momento un’azione di sinergia tra enti locali, Associazioni di Categoria, Cofidi e banche è indispensabile e strategica – commenta il presidente di Confartigianato Imprese Veneto Orientale, Siro Martin – Questa iniziativa, fondamentale per Confartigianato, permette di annullare la classificazione dal punto di vista del rating delle imprese, perchè grazie ad essa viene garantito un tasso assolutamente vantaggioso anche ad aziende che non godono di un rating bancario di prima fascia. Il progetto è importante anche in chiave futura: coinvolge, infatti, tutti gli attori che possono contribuire a sostenere le imprese in questo momento di crisi, agevolandone la ripresa”.