fbpx

10 Agosto 2020

CONFCOMMERCIO CAORLE: SBAGLIATO OSPITARE GLI AMBULANTI DEL MERCATO DI FORTE DEI MARMI IN PIENO AGOSTO. UNA MANIFESTAZIONE SIMILE DOVEVA ESSERE ORGANIZZATA IN PERIODO DI BASSA AFFLUENZA TURISTICA

Comunicato stampa

Ha destato forti perplessità tra i commercianti di Caorle la decisione dell’amministrazione comunale di Caorle di autorizzare per domani, domenica 9 agosto, l’organizzazione del mercato degli ambulanti di Forte dei Marmi nella centralissima area di Via Roma e Via Madonna dell’Angelo. La stagione turistica è stata, infatti, pesantemente condizionata dagli effetti della pandemia che ha determinato una forte contrazione dei fatturati delle aziende del commercio della località balneare. Agli operatori  è sembrato quindi poco opportuno che in pieno agosto, ovvero proprio nel momento in cui i commercianti possono sperare di compensare parzialmente le perdite dei mesi scorsi, sia stato autorizzato un evento che avrà un effetto “divisivo” sulla potenziale clientela. “In una stagione eccezionale come quella che stiamo vivendo, in cui tutto il comparto commerciale è in forte sofferenza – spiega Corrado Sandrin, presidente della delegazione Confcommercio di Caorle – organizzare in pieno agosto una manifestazione come il mercatino degli ambulanti di Forte dei Marmi avrà l’effetto di suddividere la capacità di spesa degli ospiti presenti a Caorle tra le attività del posto e questa diversa realtà, certamente di pregio, ma in ogni caso concorrenziale. Non va dimenticato, infatti, il grande impegno profuso dai commercianti di Caorle per proporre in vendita merce di qualità che nulla ha da invidiare a quella del mercato di Forte dei Marmi. Sarebbe stato più opportuno che un simile appuntamento venisse organizzato in un momento di minore afflusso di turisti, ad esempio a fine settembre. In questo caso il mercato di Forte dei Marmi avrebbe avuto un effetto non divisivo, ma moltiplicatore della clientela perchè avrebbe richiamato a Caorle nuove presenze”. Ad agosto, invece, una manifestazione come il mercatino di Forte dei Marmi non avrà effetto attrattivo per altri turisti, ma godrà delle presenze già presenti a Caorle, essendo le due settimane centrali di agosto il momento di massima affluenza di ospiti per una località di mare. Confcommercio Caorle ha anche sottolineato l’importanza di una condivisione da parte dell’amministrazione comunale con le associazioni di categoria quando si tratta di organizzare eventi come questo. Condivisione che in questo caso è mancata, visto che i commercianti di Caorle sono venuti a conoscenza dell’evento soltanto dai quotidiani.