fbpx

22 Maggio 2020

CONFCOMMERCIO BIBIONE – SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO RISPONDE AL SINDACO PASQUALINO CODOGNOTTO: “ALLE PAROLE SEGUANO I FATTI”

Comunicato stampa

Nelle ultime settimane, Confcommercio Bibione – San Michele al Tagliamento, unitamente alla rappresentanza mandamentale dell’associazione sindacale, ha alacremente lavorato affinchè l’amministrazione comunale di San Michele al Tagliamento accogliesse le richieste di aiuto delle imprese messe in ginocchio dagli effetti economici della pandemia. Prova di questa significativa opera sono le numerose comunicazioni, inviate dal Presidente della delegazione di Bibione Giuseppe Morsanuto alla giunta Codognotto, così come gli incontri ed il webinar organizzato lo scorso 13 maggio “Bibione 2020: quali strategie” durante il quale quasi 200 imprese associate a Confcommercio hanno potuto assistere al dialogo tra il presidente Morsanuto e l’amministrazione comunale. In occasione del webinar, in particolare, il presidente Morsanuto aveva più volte sollecitato il sindaco Pasqualino Codognotto e gli altri membri della giunta intervenuti, gli assessori Gianni Carrer, Annalisa Arduini e Sandro Scodeller, ad adottare una seria politica fiscale che permettesse di sgravare le imprese di Bibione da costi insostenibili alla luce delle difficoltà causate dalla pandemia. Tra le misure richieste anche durante il webinar (tutte erano già state infatti anticipate nelle missive precedentemente inviate da Confcommercio alla giunta) vi erano: la significativa decurtazione della Tari, visto che quest’anno le imprese produrranno meno rifiuti rispetto al 2019, l’abbattimento delle altre imposte locali, Icp e Imu per quanto concerne i coefficienti di competenza comunale. Altre richieste formulate da Confcommercio Bibione – San Michele al Tagliamento erano quelle di consentire l’ampliamento dei plateatici per le imprese, vista la necessità di garantire il distanziamento sociale tra i clienti e l’annullamento delle tariffe dei parcheggi a striscia blu.

Ieri, in seguito alla manifestazione promossa da alcuni esercenti, il sindaco Pasqualino Codognotto ha annunciato di voler sospendere per quest’anno la Tosap – peraltro già sospesa dal Governo con il decreto Rilancio – e l’imposta sulla pubblicità e di star valutando la possibilità di azzerare per tutta l’estate il costo dei parcheggi a striscia blu, mentre sulla Tari sarebbe stato avviato un ricorso, senza però che nei siano stati comunicati i contenuti. “E’ il momento che alle parole seguano fatti concreti – è il commento del presidente Morsanuto – Vogliamo vedere le delibere che prevedono effettivamente i termini delle agevolazioni. Finora abbiamo ricevuto solamente rassicurazioni, ma ora è arrivato il momento di concretizzare quanto promesso per dare effettivamente una risposta alle nostre imprese in difficoltà. In queste settimane ci siamo impegnati in più occasioni per sollecitare il sindaco e gli assessori ad approvare, tra le tante, anche le misure che sono state annunciate ieri in seguito alla manifestazione degli amici ristoratori che, con metodi diversi dai nostri, hanno però il nostro stesso obbiettivo, ovvero garantire il futuro di questa località e delle sue imprese”. Morsanuto non ha mancato di togliersi il proverbiale sassolino dalla scarpa rispetto alle dichiarazioni del sindaco Pasqualino Codognotto, apparse oggi sulla stampa, secondo cui Confcommercio non avrebbe informato i propri associati dell’esito delle riunioni avute con la giunta: “Queste affermazioni sono sconfessate dalle numerose comunicazioni che Confcommercio ha inviato costantemente ai propri associati per renderli edotti di tutte le azioni intraprese e delle misure, adottate o annunciate, dall’amministrazione comunale di San Michele al Tagliamento – conclude Morsanuto – Vero è invece che Confcommercio in queste settimane ha più volte cercato di stimolare il dialogo con l’ente pubblico al fine di salvare le imprese che costituiscono il tessuto sociale che rende vitale la nostra località. Ora, lo ribadisco, è il momento che dalla giunta Codognotto non arrivino solamente slogan elettorali ma anche misure concrete. Attendiamo di leggere le carte”.